giovedì 21 maggio 2009

MINORANZA CONSIGLIARE-COMUNICATO STAMPA

Pubblichiamo la risposta al comunicato stampa del sindaco ORLANDO inviataci dalla minoranza consigliare del gruppo "BorgoTicino Domani"

Risposta al Comunicato Stampa del Sig. Giovanni Orlando

Ancora una volta il Sig. Giovanni Orlando è riuscito a dare il meglio di sé utilizzando, tra l’altro in modo scorretto, il sito ufficiale del Comune di Borgo Ticino, facendone un uso politico, per attaccare la minoranza consigliare.Nel comunicato stampa il Sig. Giovanni Orlando parla di innumerevoli esposti, fatti dalle minoranze che si sono succedute, che si sono sempre conclusi con l’archiviazione da parte della magistratura;  quindi come possono essere loro la causa di quanto è successo?E’ opportuno forse ricordare che il primo esposto della recente vita politica di Borgo Ticino venne presentato nell’anno 1999 dai Sigg. Buschini Roberto e Nereo Turato, attuali assessore e consigliere di maggioranza, inaugurando questo nuovo modo di fare politica, contro gli assessori dell’allora maggioranza Raffaele Briacca e Monia Stranges.L’esposto finì in tribunale ma con un proscioglimento sia per Monia Stranges, per non aver commesso il fatto, sia per Raffaele Briacca, perché il fatto non costituiva reato.Abbiamo da sempre contestato il modo arrogante di fare politica del Sig. Orlando, arroganza che vogliamo evidenziare nel fatto che:

-         Si è candidato come sindaco ricoprendo ancora la carica di Presidente del Consorzio Acque Reflue, percependo contemporaneamente due stipendi per incarichi incompatibili tra di loro;

-         Ha ricoperto illegittimamente per sette anni la carica di Presidente della Commissione Edilizia;

-         Non ha più convocato le commissioni preconsiliari di bilancio ed urbanistica e quelle dei capigruppo;

-          Ha estromesso la minoranza dall’Ente amministrazione scuola materna;

-          Ha, prima estromesso la minoranza dalla Commissione edilizia comunale e, successivamente, una volta che la stessa, a fatica, è poi riuscita ad ottenere di essere rappresentata, ha cercato di sollevare dall’incarico il membro da questa proposto; operazione fallita grazie ad un ricorso al TAR promosso dallo stesso tecnico;

-          Ha censurato in Consiglio comunale un consigliere di minoranza in seguito ad un normale scambio di opinioni;

-          Non consente ai consiglieri di minoranza la visione integrale degli atti delle commissioni comunali;

-          Non inserisce all’Ordine del giorno del Consiglio Comunale i punti richiesti dalla minoranza;

-         Approva e fa approvare punti all’ordine del Giorno privi della documentazione necessaria per valutarne la legittimità;

-          Ha iniziato a convocare i consigli comunali in orari, che per la minoranza, rimangono lavorativi (ore 18,30).

 

Questo è il modo con cui Orlando intende far confrontare maggioranza e minoranza per discutere i problemi del paese. Su questi argomenti sono stati fatti due esposti da parte dell’attuale minoranza, esposti dettagliati e sottoscritti, non anonimi e generici come sostenuto nel comunicato stampa. Ma siamo proprio sicuri che sia tutto questo ad avere determinato un intervento di tale portata da parte delle forze dell’Ordine? Da quasi otto anni siamo in balia di pratiche urbanistiche, quanto meno discutibili, che vengono regolarmente approvate senza tener conto delle osservazioni presentate dalla minoranza e senza che le stesse abbiano mai suscitato alcun dubbio in chi alzava la mano in Consiglio Comunale. E’ paradossale che il Sig. Orlando parli ora di qualche errore fatto in buona fede, dopo che agli atti comunali sono presenti tutte le nostre dichiarazioni di voto, giustificandosi tirando in ballo una normativa in continuo cambiamento e quindi con la conseguente difficoltà di aggiornamento.

Possibile che non ci siano Enti superiori in grado di risolvere i dubbi ed i problemi di interpretazione delle normative? E qui rientra in gioco l’arroganza nel volere a tutti i costi dimostrare la propria infallibilità.

E’ dunque questo il problema?

Qualcuno ora, al di fuori dell’ambito comunale, dovrà valutare e, forse, mettere in dubbio questa infallibilità.Ma anche tutto ciò, qualche errore amministrativo, di procedura o quant’altro, può trovare giustificazione in un intervento così massiccio delle forze dell’Ordine?O forse tutto questo non c’entra nulla con quanto è successo?Il comunicato stampa parla di accuse infamanti senza che le stesse vengano citate e dalle dichiarazioni a mezzo stampa il Sig. Orlando parla di una minoranza “sfascista”. E’ mai possibile che una minoranza, che ha come unico obiettivo quello del rispetto dei regolamenti e della legge, possa oggi essere definita in questo modo in una nazione dove, fino a prova contraria, esiste ancora la democrazia? E’ mai possibile che l’esprimere voto contrario in Consiglio Comunale od in Commissione Edilizia possa costituire un’accusa infamante per l’Amministrazione?

Ognuno è libero di credere e pensare quello che vuole. Quello che pensiamo noi è che la credibilità dell’Amministrazione Comunale possa essere rilanciata solo passando attraverso le dimissioni del Sig. Orlando. Pensiamo anche che queste dimissioni, molto probabilmente, non ci saranno, per cui la minoranza continuerà ad esercitare, come ha sempre fatto, la sua funzione di controllo sull’attività amministrativa comunale.

LA MINORANZA DEL GRUPPO “BORGOTICINO DOMANI”

3 commenti:

  1. utente anonimo22 maggio 2009 04:45

    Vous n'avez le couille de mettre vote signature vous cette un con comme le reste de votre copain le maire e madame Bellini inclus

    RispondiElimina
  2. utente anonimo22 maggio 2009 09:31

    A precisazione del suo commento, tutti i documenti con la firma "la minoranza consigliare del gruppo borgoticino domani" sono stati redatti dai consiglieri Briacca, Celesia, Bojeri e Tessari.
    La minoranza consigliare

    Une clarification de ses remarques, tous les documents avec la signature "la minorité de conseiller Borgoticino demain" ont été rédigés par des conseillers Briacca, Celesia, Bojeri et Tessari.
    Conseillers de minoritè

    p.s.: Excusez-nous pour notre grammaire

    RispondiElimina
  3. utente anonimo3 giugno 2009 02:10

    # 6
    lei e'un esempio

    RispondiElimina

Rubriche

Il Cittadino Informa

Ci Piace e Non Ci Piace