martedì 15 marzo 2011

IL FAI "RIMPROVERA" IL SINDACO ORLANDO (2)


Prima di pubblicare l'esposto integrale inviato al FAI e non solo, vogliamo rispondere o meglio commentare la delirante lettera del sindaco Orlando del 2 febbraio 2011.

Sindaco:"Leggo la Vostra nota e rimango molto perplesso e spiazzato in quanto è giusto dare voce a tutti ma occorre prima conoscere realmente la situazione."

Caro sindaco, ancora una volta, Lei sottolinea come ci siano persone che hanno diritto di esprimersi e di essere ascoltati, mentre altri no: soprattutto quelli che possono avere idee e opinioni diverse dalle sue. Non crede che un ente come il FAI sia in grado di vagliare da solo l'attendibilità delle notizie che gli vengono fornite?

Sindaco
:"L'oratorio di San Fabiano è una chiesetta inserita in un contesto indutsriale, lontanissimo dalle abitazioni e già nel lontano 1960 venivano realizzati intorno ad essa edifici industriali alcuni anche con impatto devastante in quanto fonderie."

Caro Sindaco, la "chiesetta" è lì da 400anni. La fonderia è stata realizzata negli anni 60 e si trova ad almeno 250m dalla stessa. Le altre industrie si trovano ad almeno 50m e al di là della strada provinciale. L'area industriale si è, poi, espansa nelle sue vicinanze dal 1990 e con le variante urbanistiche, approvate dalla sua amministrazione, l'oratorio è stato completamente  avvolto e circondato.

Sindaco
:"L'area non era illuminata in quanto sprovvista di luce elettrica, la chiesetta essendo situata in una curva  a ridosso della SP 28 purtroppo è stata interessata da diversi incidenti stradali oltre anche a qualche furto. L’attuale intervento, previsto e in parte realizzato, oltre all’illuminazione, crea un’area cuscinetto nelle vicinanze della chiesetta con verde e parcheggi oltre ad un’area esclusivamente pedonale, inoltre è previsto lo spostamento della attuale strada carraia esistente (il progetto dell’area e delle opere di urbanizzazione ha avuto l’approvazione del Parroco di Borgo Ticino). Pertanto mi permetto di ringraziare per i corretti suggerimenti, ma erano già previsti da lavori programmati."

Caro Sindaco, il suo ragionamento non fa una grinza. 1) per illuminare la chiesetta, fate costruire dei capannoni industriali. 2) per giustificare la costruzione dei capannoni, dite che ci vuole l’illuminazione perché ci sono incidenti e furti. 3) per evitare gli incidenti costruite una strada industriale sulla proprietà della chiesetta con sbocco sulla strada provinciale a meno di 10m dalla stessa. Ci vuole proprio la benedizione del Parroco per approvare ed avvallare una cosa simile. Peccato, però, che l’intervento della Divina Provvidenza non è sufficiente ad autorizzare progetti e lavori in contrasto sia con il Piano Regolatore Comunale sia con le norme di tutela ambientale. Per le persone di buon senso è sufficiente osservare con attenzione la fotoarea, che il FAI ha pubblicato sul suo sito, per trarre le giuste conclusioni.

Sindaco
:”Tengo inoltre ad affermare che da 10 anni sono Sindaco di Borgo Ticino e abbiamo fatto del settore ambiente la nostra forza in quanto dopo le nostre molteplici pressioni nel 2006 la Regione Piemonte con LR n.19 24/05/2006 ha riconosciuto il Bosco Solivo come Parco, circa 334 ettari di bosco, in un paese grande circa 13kq e per due terzi area a boschi.La scuola di Borgo Ticino ha realizzato con la collaborazione di questa Amministrazione un progetto sul Parco Bosco Solivo, che ha vinto il premio FAI del 2008.”

Caro Sindaco, la Regione Piemonte ha approvato la Riserva Naturale del Bosco Solivo, voluto dall’amministrazione comunale precedente alla sua nel 2001. Lei non ha potuto dire di no. Peccato che la notizia sia stata resa pubblica solo dopo le elezioni comunali del 2006 perchè molta gente era contraria al Parco. Per piacere, non si prenda i meriti dei nostri studenti, in quanto il premio FAI 2008 è stato vinto da loro e non dall’amministrazione comunale. La politica non deve entrare nella scuola (a proposito lo ricordi a qualcuno!). Sempre in materia di ambiente, qualche vecchio del paese ci ha ricordato il tentativo di qualcuno di trasformare l’ex cava Falasco in discarica per rifiuti speciali. Lei ne sa qualcosa? Dove è finito il passaggio pedonale lungo l’Orgoglia (iniziato e boh)? Come mai l’Orgoglia continua ad essere una discarica fognaria a cielo aperto quando piove?

Sindaco
:”Abbiamo installato su quasi tutto il pase l’illuminazione a led, due impianti funzionanti di pannelli fotovoltaici, uno nuovo appaltato e uno già in gara.”

Caro Sindaco, siamo contenti perché questa è l’unica cosa positiva che ha fatto per l’ambiente.

Sindaco
:”Abbiamo realizzato marciapiedi in quasi tutto il paese, molte aree a verde e, se capita di dover eliminare una pianta, ne piantiamo almeno altre due in altre parti del paese.”

Caro Sindaco, ma che cosa c’entra tutto questo con la lettera del FAI? E poi ci dica dove sono le piante che avete piantato  nel nostro paese visto che non se ne vede nemmeno l’ombra? Forse, Lei intende le piante che dovranno essere ripiantate nei nostri boschi a fronte della nuova espansione commerciale che avverrà sul comune di Castelletto Ticino?

Sindaco
:“Alla luce di quanto sopra espresso vi sembriamo davvero Amministratori Locali non attenti all’ambiente oppure Voi siete stati vittime in buonafede di segnalazioni di alcuni cittadini magari anonimi, essendoci tra alcuni mesi le elezioni a Borgo Ticino? Forse tra Vi ha scritto immagino ci sia anche chi voleva trasformare il Bosco Solivo in un Borgoland (parco dei divertimenti tipo Gardaland). Di certo mai nessuno di quelli che hanno scritto, hanno visto i progetti esistenti in comune, altrimenti non avrebbero potuto dipingere una situazione che vi ha fuorviato e fatto allarmare, ma credetemi mai fidarsi di chi scrive in forma anonima  e nelle vicinanze di elezioni. Certamente tra chi vi ha inviato lettere o messaggi, ci sono anche persone in buona fede appositamente male informate che noi vorremmo invitare a prendere visione dei progetti comunali.”

Caro Sindaco, ovviamente Lei è sempre in campagna elettorale. Le ricordiamo che le prime segnalazioni sulla chiesetta di San Fabiano risalgono al 2009 e sono state fatte dai componenti della minoranza consigliare, che hanno un nome e un cognome. A queste si sono, poi, aggiunte altre segnalazioni di semplici cittadini. E’ PROPRIO PERCHE’ SONO STATI VISIONATI I PROGETTI, DÌ CUI LEI PARLA, CHE SONO STATE FATTE LE SEGNALAZIONI ANCHE AL FAI. Ma tanto di che cosa si preoccupa visto che tutto quello che ha fatto lo ha fatto alla luce del sole? E comunque tanti auguri per le prossime elezioni.


3 commenti:

  1. utente anonimo16 marzo 2011 00:21

    Aspettiamo la lettera delirante mandata al FAI.

    RispondiElimina
  2. utente anonimo18 aprile 2011 03:33

    Borgoticino e un p[aese senza anima e un Capitano della nave con il cuore non a al Borg ma dai suoi amici immobiliari e in Calabria.

    RispondiElimina
  3. utente anonimo18 aprile 2011 23:50

    Avete lasciato il Borg e qualcun altro ha preso il vostro posto.

    Chi va via, el pert ul post a l'usteria!

    RispondiElimina

Rubriche

Il Cittadino Informa

Ci Piace e Non Ci Piace